Language
Now in Minsk   The weather in Belarus

Principale Economia e imprese Il parco industriale in Belarus

Il parco industriale in Belarus

Il parco industriale in Belarus è una unità territoriale di superficie di circa 80 metri quadrati con un regime giuridico speciale per fornire condizioni confortevoli per fare business.

Il parco industriale si trova nella provincia di Smolevici, regione di Minsk, a 25 km dalla capitale della Repubblica di Belarus, Minsk. Si estende su una superficie di circa 80 metri quadrati. Vantaggiosa posizione geografica del parco si spiega dalla sua vicinanza all’aeroporto di Minsk internazionale, alla ferrovia, all’autostrada transnazionale M1 Berlino-Mosca, anche dall'accesso al porto di Klaipeda sulla costa del Mar Baltico, ad una distanza di 500 km.

Si prevede collocare nel parco di aree industriali e residenziali, uffici e centri commerciali e d’intrattenimento, del centro finanziario e quello di ricerca scientifica.

Effettivamente, viene costruita un’eco-città moderna internazionale, con una particolare attenzione per innovative produzioni high-tech e competitive ad alto potenziale di esportazione.

Il progetto viene sviluppato nel quadro della cooperazione intergovernativa sino- bielorussa e relativi documenti intergovernativi stipulati.

Qualsiasi azienda può agire come residente del parco industriale, indipendentemente dal paese di origine della capitale.

Rendendosi conto della forte concorrenza per l'investitore nel mercato globale, lo stato bielorusso ha creato un clima favorevole agli investimenti per i residenti del parco industriale, garantito come dalla legislazione nazionale, così dagli accordi speciali ed obblighi internazionali; ha fornito i privilegi e le preferenze senza precedenti, ha formato un corpo governo separato e indipendente che svolge un servizio amministrativo completo “sportello unico”.

Secondo un apposito decreto del Presidente della Repubblica di Belarus del 5 giugno 2012, il parco industriale in Belarus prevede le seguenti preferenze:

  • trattamento fiscale preferenziale secondo la formula «10 +10»: liberazione di tutte le imposte sulle società per 10 anni dalla data di registrazione come residente del parco e riduzione delle aliquote fiscali del 50% nei prossimi 10 anni di attività nel parco;
  • esenzione dei residenti del parco dai dazi doganali e dell'IVA all'importazione in Belarus di beni da utilizzare per la realizzazione di progetti d’investimento nel parco;
  • regime doganale della zona doganale libera che da il diritto d’importazione di beni (materie prime, materiali) senza il pagamento di dazi doganali (dogane, IVA, accise) salvo l’ulteriore lavorazione e esportazione al di fuori dell'Unione doganale;
  • benefici per i dipendenti delle aziende che lavorano nella zona industriale: aliquota dell'imposta sul reddito delle persone fisiche è fissata ed è 9%, che è il 25% in meno rispetto al livello nazionale;
  • residenti del parco, così come i loro dipendenti, i cittadini stranieri, sono esenti da contributi assicurativi obbligatori per finanziare i loro stipendi. I contributi assicurativi obbligatori non sono addebitati per la parte del reddito dei dipendenti, residenti del parco, cittadini bielorussi, la quale supera un singolo stipendio medio nel paese;
  • ritenute integrali dell’IVA pagata per l'acquisto delle merci (lavori, servizi, diritti di proprietà) utilizzata per la progettazione, costruzione e allestimento di edifici e costruzioni del parco;
  • esenzione di residente del parco dall'imposta sul reddito sui dividendi maturati ai fondatori per 5 anni a partire dall'anno di costituzione del utile lordo;
  • altre preferenze.

Nell’introduzione di nuove imposte e tasse sul territorio della repubblica, i residenti del parco non sono obbligati a pagarli.

Venendo al parco, un investitore riceve l’infrastruttura di trasporto e d’ingegneria pronta da utilizzare, portata ad un’appezzamento di terreno selezionato. La costruzione delle infrastrutture nel parco e la connessione agli oggetti dell’investitore viene fornito dalla società di gestione.

La possibilità di progettare secondo le norme tecniche di paesi stranieri viene offerta nel parco allo scopo di utilizzare le migliori pratiche, salvo che soddisfacciano le norme di sicurezza operativa , affidabilità delle principali soluzioni costruttive, norme di antideflagranza e d’antincendio.

Un investitore può ottenere in uso (in affitto) appezzamenti di terreno nel parco per 99 anni ad un massimo, oppure acquisirli in proprietà privata. Affittamento e vendita di appezzamenti di terreno vengono fatti da parte della società di gestione.

Attualmente, sono svolti i lavori di progettazione; nella seconda metà del 2013 si prevede di avviare la costruzione di un’infrastruttura principale di trasporto e d’ingegneria. Ora, vengono selezionati appezzamenti di terreno per potenziali investitori allo scopo di progettazione (“allineamento con località”) di determinati oggetti.